Uomini e donne, pittogrammi e cliché

UominiDonne004-950x514

Quasi senza parole la designer Yang Liu. Ma le immagini parlano da sole. Pittogrammi, immagini stilizzate che illustrano le differenze tra uomini e donne. Ma non aspettatevi i soliti luoghi comuni. Il libro di Yang Liu, “Uomini e Donne”, e dito da Taschen, è una satira accurata della disparità di genere nelle società occidentali. E così, accanto alle pagine che parlano di emozioni (l’arma segreta delle donne è il pianto, quella degli uomini il silenzio, le telefonate lunghe tra donne e quelle brevi e dirette degli uomini e così via), ci sono pagine ironiche e disincantate.

La donna che mostra la propria man-meets-woman50-810x407nudità è sexy, l’uomo un pervertito. L’uomo che lavora mentre la moglie si occupa dei figli è un padre di famiglia, se è lei a farlo è una madre degenere. Nelle competizioni la linea di partenza femminile è spostata un po’ indietro, e lo specchio restituisce, sì, un’immagine distorta a entrambi i sessi: ma in meglio quella dell’uomo,

in peggio quella della donna. L’uomo moderno è quello che si sa occupare di casa e figli, se al suo posto c’è una donna è una “casalinga”. E ancora le riviste, che UominiDonne006-950x514siano dirette a un genere o all’altro, propongono in ogni caso l’immagine femminile patinata e

stereotipata. Ve ne facciamo vedere qualche pagina, che parla più di cento trattati e arriva dritta al

punto: una società dove la parità è spesso sbandierata a parole, ma nei fatti resta moltissima strada da fare.

yang-liu-man-meets-woman-gender-differenze